Il collettivo Queer Riot è un gruppo di attivist* transfemminista, antirazzista, antifascista, intersezionale e pro sex work in quanto riteniamo il concetto di autodeterminazione la base fondamentale di ogni libertà individuale.

Ci battiamo anche contro la stigmatizzazione delle persone sieropositive e per un’educazione sessuale senza pregiudizi né paternalismi.

Ma  cosa vuol dire “Queer”? (vi chiederete, spero). Queer è un termine ombrello che raccoglie tante realtà e identità in mezzo ai generi (maschile e femminile), comprendendo anche chi non si identifica con nessuno dei due generi. Queer è un termine di lotta politica e non di moda, anche se ha assunto un significato pop. Significa contestare apertamente il binarismo, l’eteronormatività, il patriarcato, le espressioni di genere e i ruoli di genere imposti. È un termine di decostruzione delle gabbie sociali, rivendicazione e protesta,racchiude e rappresenta la sofferenza e la lotta di molta gente che si spende ogni giorno per una società più libera e inclusiva.

Per la nostra comunità LGBTQI il 2019 è un anno importante; quest’anno infatti ricorre il 50esimo anniversario dei moti di Stonewall. In quella occasione la comunità gay newyorkese si ribellò alle ennesime violenze e soprusi perpetrati dalla polizia. Questo episodio È universalmente riconosciuto come l’inizio delle nostre lotte per i diritti civili della nostra comunità.

In 50 anni a New York ne hanno fatta di strada ma qui in Italia invece c’è ancora un bel po’ da lottare. Questo governo infatti ha deciso di voltare le spalle a tutti noi, alle nostre famiglie e alle nostre vite. Questo governo ha dato in mano ad un leghista antiabortista e omofobo la delega al ministero della famiglia, che non a caso hanno voluto declinare Al singolare, volendo escludere tutti noi e, ad essere sinceri, anche tanti di “voi”: mamme o papà single, nipoti cresciuti da nonni o zii e qualsiasi altra realtà che esca dalla loro visione cattobigotta di un Mulino Bianco che ormai non esiste PIÙ (ammesso che sia mai esistito).

Se vuoi restare aggiornato sui nostri eventi seguici sulle Facebook e Instagram del Collettivo Queer Riot:
https://www.facebook.com/qu33rriot
https://www.instagram.com/qu33rriot